Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. CHIUDI

In partenza per le vacanze? Ecco cosa mettere in valigia!


23 giugno 2016
[benessere]

I viaggi lunghi e faticosi, il cambiamento di fuso orario, l'adattamento a una nuova realtà, i cambi improvvisi nei ritmi di vita e nelle abitudini alimentari, generano una situazione di stress che si ripercuote sulla normale funzionalità intestinale.
In partenza per le vacanze? Ecco cosa mettere in valigia!

Quando la meta della vacanza è un Paese esotico dove i livelli di igiene sono precari, è elevato il rischio di “diarrea del viaggiatore”, causata da virus o batteri che alterano la normale flora intestinale o da sostanze indesiderate presenti negli alimenti.
Per prevenire situazioni imbarazzanti e per non rovinarsi la vacanza, è utile effettuare un trattamento preventivo rinforzando la propria flora intestinale con probiotici di comprovata efficacia, in particolare alcuni Bifidobatteri e Lattobacilli. E' bene iniziare l'assunzione almeno una settimana prima della partenza, soprattutto in caso di intestino irritabile o di altre condizioni di comprovata alterazione della normale funzionalità intestinale. Un probiotico che non dovrebbe mai mancare in viaggio è il Saccharomyces boulardii, in quanto è un vero e proprio “antiinfettivo”, efficace nelle diarree acute.

L'esposizione al sole offre numerosi benefici ma, quando sia eccessivamente prolungata, la pelle può manifestare eritemi ed ustioni solari, lesioni delle fibre elastiche, comparsa di macchie, zone depigmentate, fragili ed ispessite, teleangectasie, pori dilatati, pseudocomedoni, fino all'attivazione di forme tumorali dello strato basale e dello strato spinoso e probabilmente anche del melanoma. Per questo è indispensabile esporsi in massima sicurezza.
E' bene preparare la nostra pelle ad affrontare i bagni di sole implementando - con la dieta e l'eventuale integrazione alimentare - il livello di vitamine antiossidanti, in particolare le vitamine A ed E, ma anche di alcune sostanze che contrastano i radicali liberi prodotti dalla radiazione solare, come il licopene e la luteina.
Si può sfruttare anche l'azione preventiva sui danni da sole con alcuni fitoterapici come il Polypodium leucotomos, una felce tropicale fotoprotettiva, o dell'autoctono Elicriso, antinfiammatorio e utile preventivo degli eritemi. Anche in questi casi, è bene iniziare l'assunzione dei rimedi almeno una settimana prima dell'esposizione.
E' bene, infine, affidarsi ad un professionista esperto per farsi guidare all'acquisto di una crema solare idonea, con il giusto equilibrio tra filtri fisici e chimici, e per il suo corretto utilizzo.
 
Buona vacanza a tutti!